Maturità al tempo del Covid-19

Oggi 17 giugno e dopo 3 mesi di lockdown, 500 mila ragazzi liceali tornano a scuola per sostenere l’esame di Stato, un esame unico e speciale, diverso dagli anni precedenti. Oltre l’approccio interpersonale, a cambiare saranno anche le modalità di svolgimento delle prove. L’esame di maturità è un momento importante nella vita di ogni ragazzo, un traguardo che segna la fine di un percorso e proietta verso un nuovo inizio. Dunque, molteplici le emozioni che si provano maggiormente quest’anno date le nuove disposizioni da dover rispettare.

COME SI SVOLGERA’ L’ESAME:

La commissione sarà costituita da docenti interni e da un presidente esterno. L’esame non prevede più la prova scritta ma consisterà in un maxi-colloquio orale della durata di un’ora circa, strutturato in 5 prove.

Discussione di un elaborato: i candidati dovranno discutere un elaborato scelto con i propri docenti. L’argomento riguarderà materie di indirizzo: greco e latino per l’indirizzo classico, matematica e fisica per il liceo scientifico e così via.

Seguirà la prova d’italiano. Al candidato verrà somministrato un testo di italiano inerente agli argomenti svolti durante il quinto anno. L’alunno dovrà analizzarlo ed argomentarlo.

Durante la terza parte dell’esame allo studente verrà sottoposto del materiale (un documento, testo, progetto), uno spunto dal quale partire per poter creare collegamenti tra le varie materie studiate.

Le ultime due parti consisteranno in esposizioni riguardanti i percorsi svolti “per le competenze trasversali e per l’orientamento” e relative all’ambito di «Cittadinanza e Costituzione».

Calcolo del voto di maturità: la valutazione finale resta in centesimi. Al colloquio verranno assegnati massimo 40 punti. I crediti formativi da 40 passano a 60 punti. Inoltre, la commissione potrà assegnare punti extra da 1 a 5 che si sommeranno al punteggio finale. Il voto massimo resta 100/100 al quale si potrà ottenere la lode.

Norme da rispettare:  Gli studenti e la commissione dovranno indossare la mascherina, la quale potrà essere tolta dallo studente solo durante il colloquio, mantenendo una distanza di almeno 2 metri dai docenti. Negli istituti saranno messi a disposizioni gel igienizzanti e le aule saranno pulite alla fine di ogni sessione di esame.

Gli alunni dovranno presentare all’ingresso un’autocertificazione che attesti assenza di sintomatologia respiratoria, di non essere stati a contatto con persone positive e in quarantena negli ultimi 14 giorni. Gli studenti possono presentarsi con un accompagnatore, il quale dovrà mantenere le rispettive distanze di sicurezza.

E’ stata anche per me una vigilia degli esami particolare, confesso di essere molto emozionata perché tra poco si riaprono le scuole. Ragazzi e ragazze un enorme in bocca al lupo!!” afferma la ministra Lucia Azzolina su Facebook.

Un augurio ai maturandi anche dal premier Giuseppe Conte: “Un grande in bocca al lupo a tutte le ragazze e i ragazzi che a partire da domani affronteranno la prova orale dell`esame di maturità. Tirate fuori il meglio che è in voi, perché dovrete essere i protagonisti di un’Italia migliore”.