Dpcm, nuove riaperture: si ritorna al cinema

Dall’inizio della pandemia e ancora oggi, luoghi chiusi come cinema e teatri sono ritenuti i luoghi a maggior rischio di contagio. In questo lungo periodo di lockdown, gli appassionati di cinema si sono accontentati guardando serie TV e film comodamente dal divano di casa ma con molta nostalgia del cinema e dell’atmosfera che offre.

Da questa settimana, però, recarsi al cinema e sgranocchiare pop-corn durante un bel film non sembra essere più un ricordo lontano. Secondo l’ultimo Dpcm infatti, via libera alla riapertura di cinema ma anche teatri, rispettando sempre le norme di sicurezza. Obbligatorio sarà l’uso della mascherina all’ingresso e durante il deflusso, fino al raggiungimento del proprio posto a sedere dove sarà possibile togliere la mascherina e poter consumare prodotti acquistati nei punti ristoro. Per l’acquisto dei biglietti, sarà da preferire la vendita online per evitare assembramenti ma sarà comunque consentito l’acquisto del biglietto in loco. Ogni sala dovrà contenere massimo 200 spettatori, distanziati gli uni dagli altri di almeno 1 metro, eccetto per i conviventi o componenti dello stesso nucleo familiare. Diverso per gli spettacoli all’aperto che potranno contenere massimo 1000 spettatori.

Vogliamo avere la fiducia del pubblico e mostrare che andare al cinema è di nuovo un’esperienza bella e sicura” così afferma l’amministratore delegato di United Cinemas International, il gruppo Odeon & UCI Cinemas, il più importante circuito cinematografico europeo. Dunque una riapertura nella massima tutela dei lavoratori e degli spettatori.