Donne e quarantena: essere belle per sé stesse

I giorni continuano a scorrere ed il tempo pare essersi fermato. La totalità delle nostre azioni quotidiane è stata frantumata ed appiattita entro un unico livello. Difatti, la quarantena, al momento, è l’unica realtà a cui far riferimento. Di certo, un buon modo per stemperare la situazione è ricorrere alle interazioni attraverso i vari blog, social o chat, in cui è possibile simulare, “sé ora non fossimo qui”, il normale svolgimento dei rapporti. Ma questo, come sappiamo, non equivale al trovarsi davanti a quella determinata persona e/o contesto. La contemporaneità nella presenza è un sintomo di più approfonditi ragionamenti. Ad esempio: Mi sta bene questo vestito? Dovrei dare una spuntatina? Quale colore mi si addice di più? Sembrerebbe… dico sembrerebbe perché nonostante l’essere circondato sempre dalle medesime persone, la permanenza obbligatoria dentro una casa può diventare occasione per sviluppare una maggior autonomia nelle nostre pratiche di bellezza. Nonostante la pandemia, nessuno può impedirci di sentirci belle.

Farsi la ceretta, andare dall’ estetista, scegliere un acconciatura, individuare il vestito perfetto per quella situazione, andare in palestra. Tutte queste, nella normalità, sarebbero azioni che ricoprirebbero la maggior parte del nostro tempo. Per non parlare della nostra beauty routine.

L’esigenza di ricorrere a questi trattamenti può mutarsi in una maggiore consapevolezza e autonomia rispetto a tutte quelle azioni che si, ora non posso, ma di sicuro posso farlo anche da me.

Chi in questo periodo si è trascurata? Chi pensa che il non dover apparire davanti agli altri implichi la possibilità di non sentirsi bella?

Questa volontà di sentirsi bella, non per gli altri ma per te stessa, è evidente nel momento in cui scegliamo di dedicarci tutti quegli accorgimenti necessari per la cura di sé stesse; ma in questo preciso periodo, il non poter ricorrere ad un’estetista, una palestra, un parrucchiere, può essere solo uno stimolo a provare a svolgere queste pratiche da sé. Anche se non hai l’abilità del tuo parrucchiere di fiducia, non significa che tu non debba provare ad aggiustarti i capelli. Anche se non hai la possibilità di fare una manicure, voglio comunque avere delle belle mani. Anche se nessuno può vederti, a parte i soliti familiari, voglio pur sempre vestirmi per sentirmi bella. Anche se non puoi ricorrere alla tua estetista di fiducia, ciò non significa che non possa farmi una ceretta.