Correlazione tra smog e Covid 19

La pandemia da Coronavirus ha paralizzato il mondo e molti si stanno chiedendo quali possano essere le cause e i fattori scatenanti.

Uno dei quesiti è se lo smog possa favorire il viaggio nell’aria del Virus.

A tal proposito l’università di Harward, ha condotto uno studio secondo il quale ci sarebbe una corellazione tra lo smog e il Covid-19.

La nuova analisi ha mostrato come l’aumento dell’inquinamento, in particolare del particolato Pm 2.5, abbia avuto un impatto negativo sulla mortalità associata al COVID-19.

Gli autori affermano che un aumento di un solo microgrammo/metro cubo nei livelli di Pm2.5 è associato a un aumento del 15% del tasso di mortalità da Covid-19, con un intervallo di confidenza del 95% (5-25%).

Il Pm2.5 contiene microsolidi e goccioline di liquidi, l’esposizione a lungo termine a questo particolato influisce negativamente sulle vie respiratorie e sul sistema cardiovascolare e può aumentare il rischio di mortalità dovuto al Coronavirus.

Lo studio è stato condotto su 3mila contee degli Stati Uniti fino al 4 aprile 2020 e sono stati analizzati sia i decessi per covid sia quelli causati da questa particella.

Questo studio è molto solido ma ovviamente bisogna fare delle analisi più dettagliate.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.