5 Maggio, Giornata internazionale dell’Ostetrica

Il 5 maggio come ogni anno si celebra la Giornata internazionale dell’Ostetrica, giornata che pone al centro dell’attenzione il ruolo professionale dell’ostetrica, fondamentale durante il momento più bello ed emozionante della vita di una donna: la maternità.

Istituita nel 1991 e celebrata in più di 50 nazioni in tutto il mondo, lo slogan indicato per il 2020 è “Midwives with women: celebrate, demonstrate, mobilize, unite – our time is NOW!” (Ostetriche con le donne: celebrare, dimostrare, mobilitarsi, unire – il nostro tempo è ORA!).

“Le ostetriche sono perno fondamentale per il nostro sistema di salute – ha dichiarato il direttore sanitario dell’ASL Toscana sud est Simona Dei – accompagnano le donne in momenti diversi della loro vita, sia in ospedale che sul territorio. La Direzione Aziendale vuole rivolgere, oggi più di ogni altro anno, un grazie particolare a tutte le professioniste che, con coraggio, hanno retto l’urto del Covid-19, continuando a garantire con spirito di gruppo un servizio eccellente anche durante l’emergenza, spesso reinventando il loro modo di lavorare pur di restare al fianco delle loro assistite e dei loro bambini”.

Le ostetriche che, da sempre, tutelano e promuovono la salute della donna in tutte le sue fasi del ciclo vitale, rappresentano un punto di riferimento importante e quotidiano per le donne grazie alle varie mansioni svolte come tutela della gravidanza, contraccezione, prevenzione, corsi di accompagnamento alla nascita. Prestazioni che, in questo periodo di emergenza, stanno continuando a garantire sia con modalità tradizionali che con modalità innovative: playlist su youtube, la teleassistenza e le videochiamate, la creazione di chat e di gruppi virtuali per la condivisione di esperienze e di consigli per il parto. Pertanto l’evento 2020 rappresenta l’occasione per ringraziare tutte queste professioniste che nell’emergenza Coronavirus hanno dimostrato di saper ricostruire il proprio ruolo e modificare le usuali modalità di lavoro in funzione delle nuove esigenze.

Il 5 maggio, un giorno dedicato a chi con premura, da sempre, accoglie chi viene al mondo. Tale professione rappresenta il sostegno alla vita che ‘prepotentemente’ s’impone anche in quei momenti dove tutto sembra perduto.